Menu

IL FENOMENO DEL FOOD SOCIAL GAP: ecco perché è importante

27 settembre 2018 - BLOG
IL FENOMENO DEL FOOD SOCIAL GAP: ecco perché è importante

Food social gap: letteralmente divario sociale alimentare.

È questo un fenomeno di cui si è sentito molto parlare negli ultimi anni; in particolare in Italia è stato un argomento mediatico di grande risonanza nel periodo riconosciuto come “crisi economica” e che ha colpito diversi settori dal 2008 al 2014.  Oggi, anche se non si parla più di crisi economica e gli effetti più importanti sono stati ormai scongiurati, gli strascichi di quello che è ha significato la crisi per la maggior parte delle famiglie italiane, continua ad avere qualche ripercussione anche sulle abitudini alimentari.

In generale, in un’indagine condotta nel 2017 è emerso che l’anno appena trascorso è stato il quarto anno consecutivo di crescita per quanto riguarda la spesa alimentare familiare. Leggiamo dal sito HorecaNews

“Nel 2017, la spesa media mensile familiare in valori correnti è stimata pari a 2.564 euro (+1,6% rispetto al 2016, +3,8% nei confronti del 2013, anno di minimo per la spesa delle famiglie).

Sebbene si confermi in crescita per il quarto anno consecutivo, la spesa media mensile familiare rimane al di sotto dei 2.640 euro del 2011, anno cui hanno fatto seguito due di forte contrazione (-6,4% in totale).

Per quanto riguarda i generi alimentari, il livello medio della spesa è stimato pari a 457 euro mensili (+2,0% rispetto ai 448 euro del 2016).

La cifra spesa per la carne resta la più rilevante, attestandosi a 94 euro mensili. Le spese per vegetali aumentano del 4,2% e per frutta del 3,8%, salendo rispettivamente a 63 euro e a 43 euro mensili.

A segnare un aumento consistente rispetto al 2016 è la spesa dei vegetali (+4,2%, rispetto al +3,1% dell’anno precedente). Anche la spesa per frutta è in crescita (+3,8%, che si aggiunge al +3,1% del 2016).”

Ecco che la carne si attesta, ancora una volta, come un alimento a cui gli italiani non solo non vogliono rinunciare, ma per il quale spendono la maggior parte dei loro soldi: un dato che può far riflettere senza ombra di dubbio anche sulla composizione del menù all’interno di un pub o ristorante: varietà di carne e hamburger, ma anche spazio agli alimenti di origine vegetale che pure vengono molto apprezzati dagli italiani.

Il consiglio di Burgermania.it:

BSTEAK BURGER BUFALO G.200X25PZ BONTAL

HAMBURGER CHIANINA GR.200X14PZ BALDI

HAMBURGER VEGETALE COTTO G.100X20PZ G.E.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *